Anna Ka da Torricelli
(dal Tirreno - Cronaca di Livorno)
L’artista livornese Anna Maria Rossi presenterà le sue opere domenica 6 giugno alle 19 nei locali del bar Torricelli, con la collaborazione della galleria Peccolo.

‘Anna Ka’ è questo il suo pseudonimo, sviluppa nel corso degli ultimi anni una ricerca che parte dalla pop art e quindi dall’utilizzo di immagini tratte dall’informazione di massa, (specificamente dall’impiego del linguaggio della moda), nell’indagare oggetti “reificati” e mitizzati dalla cultura di massa, in un’Analisi che investe psicologia, sociologia e antropologia.

Il suo è un percorso attento ai sistemi di espressione della moda, quindi ai modi di produrre immagini e comunicarle, almeno quanto alle sintesi stesse. La scelta di queste è infatti un momento importante del suo lavoro: cade su immagini che sottolineano, forzandolo, proprio il loro essere artificiali, costruite.

Il totalmente artificiale delle immagini pubblicitarie, punta sempre e comunque ad un confronto obliquo con l’altra finzione che è la realtà e quindi ad una questione del mondo come sedimento di immagini intersecantesi nel tempo, stratificate in modi diversi.

Un decorativismo che proviene da un ordine pittorico come una citazione di gesti di icone; i fondi costantemente aurei, queste figure disposte esteticamnte in una struttura precisa, quasi matematica, che forma una simmetria forzatamente ricorrente. Ed è la donna l’oggetto e il centro del raccondo condotto da Anna Ka; ripetuta e duplicata nella prospettiva di un specchio che moltiplichi senza sosta la stessa figura.
STAMPA ARTICOLO
Articoli correlati
Critiche
Per Anna Ka

LEGGI>>>
Mostre
Maz Mazzoli - Anna Ka: doppia personale al Teatro delle Commedie di livorno

LEGGI>>>
  Recensioni - 01/06/1999