Kostabi da Guastalla


Goya o Boya

 
(dalla Nazione – Cultura)
Alle opere di Mark Kostabi è dedicata la mostra inaugurata sabato 12 agosto alla galleria di arte moderna Guastalla di Pietrasanta.

Trenta dipinti recentissimi, tre litografie appena stampate e il multiplo di una scultura che l’artista ha prodotto in collaborazione con la galleria che per l’occasione ha pubblicato un’interessante monografia che ne ripercorre l’intera carriera e la produzione.

Mark Kostabi è il perfetto artista mediatico. Sempre invitato nelle trasmissioni più seguite in America, Europa e Giappone, conduce a Manhattan un suo programma settimanale dal titolo «Inside Kostabi».

Agli inzia degli anni ’80 quando approda a New York da Los Angeles (i suoi genitori sono immigrati estoni) si fa immediatamente conoscere nell’East Village con interviste fatte a se stesso che commentano l’arte contemporanea.

I risultati non deludono: copertine sulle maggiori riviste americane, mostre retropspettive nei maggiori musei musei di tutto il mondo, opere acquistate dal Moma di New York, spettacaoli musicali in cui Kostabi esprime la sua seconda vena, quella di compositore.

Disegna copertine per dischi dei Guns’n Roses e dei Ramones, un orologio Swatch, accessori per computer e gadgets. Apertamente dichiara che i suoi quadri popolati da uomini e donne senza volto che ricordano i manichini di De Chirico, sono dipinti dai suoi assistenti.

Lui è la mente del Kostabi World, un atelier dove i giovani pittori e creativi discutono i suoi disegni, propongono idee e titoli, trasferiscono su tela i suoi schizzi.

In questa «Factory» la sua naturalmente è sempre l’ultima parola e i quadri portano rigorosamante la sua firma. La mostra in piazza Marconi 6/d, resterà aperta fino al 22 agosto con orario 11-13 e 17-24.
STAMPA ARTICOLO
Articoli correlati
Artisti
Mark Kostabi: "La mia? Una bottega come quella di Giotto"

LEGGI>>>
  Recensioni - 02/01/1996