Gabriele Casarosa
Livorno, Cinema Kino Dessé (17/01/2005 - 03/02/2005)
Unire il cinema d’autore all’arte contemporanea di qualità, accompagnando film particolari ad artisti livornesi e non che puntano oggi su una ricerca formale e stilistica capace di aggiungere nuovi elementi all’arte contemporanea.

Con questo obbiettivo parte la rassegna d’arte che vedrà ogni mese alternarsi nella sale del cinema Kino Dessé di Livorno (via dell’Angiolo 19. Tel 0586 – 210191) le personali di giovani artisti contemporanei. Curata dalla critica dell’arte Cristina Olivieri e dalla sua agenzia Cdcom arte e comunicazione, la rassegna prende il via lunedì 17 gennaio alle 17,30 con l’inaugurazione della mostra di Gabriele Casarosa

Nelle sue opere Gabriele Casarosa, 41enne ingegnere livornese, spinge lo spettatore ad abituarsi alla frantumazione dei luoghi comuni, alla continua sfida nell’aprirsi nuovi campi e mettersi continuamente in discussione, al rifiuto delle vuote convenzioni e dell’ipocrisia che spesso regola i rapporti sociali:

Ecco allora scaturire una pittura che, per tradurre la percezione dello spazio nel dominio della spazialità, fa sì ricorso alle regole del disegno prospettico, ma gioca anche sulla luminosità e sulle gradazioni dei toni, come portato delle acquisizioni maturate nella storia della pittura italiana.

Il risultato è la rappresentazione di una realtà fredda, perché assoluta e fuori dal tempo, ma non metafisica, in cui la presenza dell’uomo è esclusa, in quanto risulterebbe comunque fuori scala di fronte alla grandezza dell’oggetto e della materia, nobilitata coraggiosamente in controtendenza.

La mostra sarà visitabile fino al 3 febbraio, mentre all’inaugurazione è stato associato il film "Mare dentro" di Alejandro Amenàbar, che sarà proiettato sempre lunedì 17 gennaio a partire dalle 21,30. (L’immagine allegata è "Times Square" - olio su tela 70 x 100)
STAMPA ARTICOLO
  Mostre - 21/01/2005