Con Howard Smith da Peccolo torna l’astrattismo
(dal Tirreno, pagine Spettacolo e Cultura)
LIVORNO. Con la mostra di Howard Smith la galleria Peccolo sembra riprendere il filo rosso della serie di rassegne dedicate ai pittori “analitici” o “radicali” che era stata il suo punto di forza durante gli anni ’70.

L’artista che è nato a Chicago nel 1943 e vive a lavora a New York presenta nella storica galleria d’arte contemporanea in piazza della Repubblica 12, alcuni dei lavori prodotti in questi ultimi dieci anni.

All’inaugurazione della mostra, aperta fino al 25 gennaio era presente lo stesso Smith al quale il Whitney Museum di New York ha organizzato un’ampia mostra nell’estate del 1973.

Howard Smith che dal 1965 si dedica alla pittura realizzando dipinti astratti e monocromi è anche uno dei protagonisti della celebre mostra “Radical Painting” organizzata da Thomas Krens nel 1985 al Williams College of Art nel Massachusetts, rassegna che determinerà la ripresa della pittura astratta e monocroma nel panorama artistico internazionale.
STAMPA ARTICOLO
  Recensioni - 05/01/2006