Alessandro Zenok Lombardo approda al cinema Kino Dessé
(19/11/2010 - 08/12/2010)
Nuovo appuntamento della rassegna Proposte d’arte contemporanea. Verrà inaugurata venerdì 19 novembre la personale dell’artista salentino Alessandro Zenok Lombardo nelle sale del cinema Dessé di Livorno, in via dell’Angiolo 19 (vernissage ore 17,30).

La mostra “Madame B” a cura di Cristina Olivieri è organizzata dall’associazione Kinoglaz e dall’agenzia Cdcom come l’ennesima occasione per arricchire in modo costante il calendario delle proposte culturali della città promuovendo tra gli altri artisti del panorama nazionale.

Alessandro “Zenok” Lombardo nasce nel 1978 a Campi Salentina. Cresciuto in un ambiente aperto e creativo (entrambi i genitori sono esperti maestri vetrai) segue un l’innato talento e la sua forte vena artistica che lo spingono fin da giovanissimo ad intraprendere un percorso di studio e di ricerca da autodidatta.

Nei primi anni 90 si affianca al neonato movimento dell’Aerosol-art facendosi notare per il suo lettering e per i suoi personaggi che diventano da subito punto di riferimento stilistico per tanti giovani graffitisti e che gli permettono di fondare dei gruppi di lavoro all’interno dei quali si confronta con graffitisti di fama internazionale.

Il continuo divenire artistico porta Alessandro Zenok ad accettare l’invito all’Airbrush 2004, evento internazionale tenutosi a Milano, grazie al quale i giovani talenti dell’Aerosol-art possono avvicinarsi all’esperienza della “tela”.

Dal 2004 ad oggi il rapporto tra i graffi di colore di Zenok e questo “nuovo” supporto cresce e si intensifica al punto tale da diventare il cuore della produzione dell’artista, il mondo profano dell’underground si fonde con la sacralità della tela.

In questa dimensione tanto parallela quanto personale viene alla luce Brigitte, corpo femminile guardato da molti ma osservato da pochi, sinuosa essenza di femminilità, figlia dei personaggi dipinti sui muri o impressi sui treni e dell’arte immortale dei grandi maestri.

La sua figura è riconoscibile immagine dello stile, la sua bellezza è antica, la sua sensualità è innata.

Il muro concede spazio alla tela e concentra in lei tutta la sua potenza comunicativa, lo spray graffia la libertà di un pensiero, la forza di un conflitto che giunge a noi in punta di piedi. Nel mondo di Zenok, l’incontro-scontro tra Davide e Golia si consuma con la stessa ferocia di sempre anche se appare chiaro come l’epilogo della storia sia ancora tutto da scrivere. In mostra a Livorno l’artista presenterà 15 sue opere e un video di particolare impatto



All’apertura della rassegna è in programma un aperitivo inaugurale a cui sono invitati tutti i cittadini. La mostra resterà aperta al pubblico fino alle 20.00 con ingresso libero. In calendario fino all’8 dicembre negli orari di apertura del cinema.

STAMPA ARTICOLO
  Mostre - 19/11/2010