17/11/2004
 
LEGGI>>>  
Diego Piccaluga - Diagnostica per immagini Energia allo stato puro. Emanazione luminosa che si estende dall’interiorità, dal corpo. Umano o animale, l’essere produce forza, sprigiona benefiche radiazioni che diventano tangibili all’occhio...  
17/06/2002
 
LEGGI>>>  
Luca Matti - Metropoli In testa la città, nell’anima un frastuono assordante. Quel corpo è incapsulato nella più veloce delle metamorfosi. Per Luca Matti è impossibile tornare indietro...  
24/11/2011
 
LEGGI>>>  
Mr Natural - Max Mazzoli Mr Natural è un tentativo di legare il cielo, alla terra, l’acqua al sole in una sorta di congiunzione dei quattro elementi naturali che sollecita nell’osservatore nuove esperienze percettive che impegnano non solo la mente, ma anche i sensi, in un dialogo interiore alla ricerca dell’innocenza, della contemplazione. In questo dialogo tra la coscienza e l’inconscio e quindi anche tra i mondi interiore ed esteriore, la Natura...  
20/10/2011
 
LEGGI>>>  
Lenta Mente Appare come un problema invisibile, una doppia verità: Tempo e azioni si legano all’esistenza di ognuno di noi, tanto che possiamo cogliere il momento giusto, opportuno (Kairòs), o lasciarlo fuggire. A volte è l’istante, e vediamo nel principio di "causa-effetto", il concatenarsi delle azioni che provocano altre reazioni... 
18/06/2011
 
LEGGI>>>  
Un’altra Venezia, un’altra Livorno Pittura, fotografia, installazioni, live performance, studi d’artista trasformano l’antico quartiere della Venezia e affiorano come un inesplorato arcipelago nella Laguna dell’arte contemporanea....  
01/03/2011
 
LEGGI>>>  
A’ Rebours - Anonymous Art Raffinate filosofie compositive e magiche assuefazioni nell’apparente globale riduzione all’eccentrico, viaggiano come punta di diamante, scalfite geometrie si innestano nelle carte da parati barocche, sinuose figure si intrecciano in una trama di irrequieta eleganza... 
26/03/2010
 
LEGGI>>>  
Metamorfosi - Giada Fedeli Rappresentare l’interiorità, far emergere la parte nascosta del proprio io per glorificare l’ambigua propensione femminile alla tolleranza della verità. E’ con questo messaggio di fondo che Giada Fedeli crea i suoi lavori abitando in scenari minimali i suoi grandi volti scavati di pensieri e sguardi, a volte profondi, a volte profondamente disarmanti nel loro cieco chiudersi di fronte agli spettatori, ospiti privilegiati di una disumanizzazione che è prima di tutto perdita dell’identità... 
10/02/2010
 
LEGGI>>>  
Scarpette rosse - Mauro Papale L’arte e i suoi percorsi ci conducono in un giro armonico dove contaminazioni e accostamenti singolari confluiscono nella spirale del desiderio. Quando pittura e musica sono rappresentate nei soggetti in un dualismo cromatico dai timbri forti e dalle modulazioni risolte in un’astrazione materica, il risultato è l’emozione del tango, un ballo basato sull’improvvisazione, caratterizzato da eleganza e passionalità, che l’artista Mauro Papale rappresenta nelle sue opere...  
19/04/2009
 
LEGGI>>>  
Valente Taddei: Oltre il logos Fuori dal tempo, dentro lo spazio, un minuscolo individuo conduce la sua esistenza, rapito tra i grovigli della vita, nelle vesti di improbabile protagonista, per quanto la sua forza e al contempo la sua fragilità gli consentono di procedere. Estatico, presente come un punto nel macrocosmo, il piccolo uomo si stupisce, vive assorto un senso di straniamento e resta sospeso tra ciò che egli stesso ha costruito e il mondo che lo circonda...  
19/12/2008
 
LEGGI>>>  
Alterazioni emozionali (progetto M3 Metrocubo) L’espressione artistica delle nuove generazioni prende corpo e anima attraverso vari linguaggi. I giovani artisti chiamati a dare un loro contributo al progetto M3 metrocubo provengono da esperienze e formazioni di tipo diverso e i loro stili sono difficilmente riassumibili e catalogabili in un unico grande genere. Certo non mancano le assonanze di alcuni tratti che li caratterizzano. Trovo infatti che le immagini dell’anima giunte nelle sale del Fuoricentro abbiano una matrice comune, un humus culturale quanto meno contemporaneo dato dall’attenzione all’immagine pubblicitaria, all’inondazione di notizie e sensazioni con le quali questi artisti sono abituati a convivere...  
01/11/2008
 
LEGGI>>>  
Antonio Colanero: surrealismo alieno E’ una pittura visionaria, surreale, fantastica e metafisica quella di Antonio Colanero. Il fascino e le suggestioni di molte espressioni artistiche del Novecento si sono riversate nelle sue opere, caratterizzate come alcuni artisti che hanno rappresentato autorevolmente queste correnti, da una critica radicale alla razionalità cosciente, e la liberazione delle potenzialità immaginative dell’inconscio per il raggiungimento di uno stato conoscitivo "oltre" la realtà (sur-realtà) in cui veglia e sogno sono entrambe presenti e si conciliano in modo armonico e profondo...  
01/10/2008
 
LEGGI>>>  
Oniriche negazioni e Anatomie E’ una ambigua narrazione di oniriche negazioni. Ironia e inquietudine sono racchiuse nei simboli pagani, soggetti fantastici prendono corpo. Animali fantascientifici semplici e innocenti campeggiano su sfondi barocchi come in un collage che esplora le possibilità dell’immagine creando strutture di “maestosi onori” e “celebrazioni umane”, animali, sacre. Stilemi classici che naufragano agli antipodi propri di una “architettura esoterica”. Un linguaggio pittorico quello degli Anonymous (Elena Bertoni – Simone Romano) che riaffiora ... 
26/10/2007
 
LEGGI>>>  
Paolo Filippi e la scultura: la forza della libertà oltre l’acciaio e il bronzo Il metallo per Paolo Filippi è vita quotidiana, è amore e vocazione, materiale privilegiato per le sue creazioni. Comincia a lavorarlo a 18 anni e sviluppa una grande capacità e una tecnica ricercata per “piegare” l’acciaio e renderlo pian piano materia artistica. Studia e approfondisce le varie fasi con cui poter realizzare i suoi lavori. Dal 64’ porta avanti la sua passione fino ad arrivare a scoprire anche la possibilità di utilizzare i dadi...  
03/10/2007
 
LEGGI>>>  
Paolo Lapi - Appunti di un viaggio immaginario Con caparbietà e con un’innata determinazione Paolo Lapi scrive “appunti”. Racconta le molteplici tappe di un viaggio immaginario nella genuinità della natura, tra le maestose forme architettoniche suggerite dai paesi orientali, tra cattedrali, antiche moschee, sinagoghe, donne con i loro abiti carichi di colore, tramonti nel deserto...  
25/09/2007
 
LEGGI>>>  
Libertà (1999- 2007) di Paolo Filippi Andare in moto è uno stile di vita che ti rimane appiccicato addosso anche quando non sei vestito con la tuta e non porti il casco. Andare in moto è essere artefici del proprio destino di fronte all’universo, lontani da formalità e ipocrisia. E la moto per Paolo Filippi, scultore livornese dalle indiscutibili doti artistiche - paziente, ostinato - è prima di tutto libertà nel senso più puro del termine. Libertà liscia fredda e sensuale che Filippi ha trovato nella sua opera più imponente, realizzata con un lavoro certosino a cavallo di un millennio, tra il 1999 al 2007...  
01/02/2006
 
LEGGI>>>  
Max Mazzoli - Odissea nell’immagine L’immagine violata è anche un’odissea, un viaggio attraverso gli inferi silenziosi della quotidianità, un cortocircuito narrativo dove le immagini perdono il loro usuale sistema di connessioni per stabilirne un altro.... 
06/11/2005
 
LEGGI>>>  
L’ora dell’agguato - Max Mazzoli La luna invade con la sua luce riflessa la scena. E’ Lollove, un paese nella provincia di Nuoro, il palcoscenico nel quale Max Mazzoli ambienta la grande tela intitolata “L’ora dell’agguato”.... 
06/04/2005
 
LEGGI>>>  
Province d’arte Livorno Ecco il testo critico pubblicato in catalogo dalla storica dell’arte Cristina Olivieri, che nel luglio del 2004 ha curato la mostra di 37 artisti contemporanei livornesi, allestiti a Firenze nella sede del Consiglio regionale della Toscana... 
23/10/2004
 
LEGGI>>>  
50213 volte Paolo Filippi Per concretizzare le sue idee Paolo Filippi prende a prestito tecniche di fusione originali, utilizza materiali di ogni tipo, dalla creta al vetroresina al gesso fino alla costruzione di grandi stampi metallici che richiedono l’utilizzo di macchine utensili...  
07/08/2004
 
LEGGI>>>  
Dietro le quinte, di fronte al mondo Vita vissuta per l’arte. Amore per il teatro e per le piccole cose, le immagini e i sapori, il profumo del quotidiano, la gente, i luoghi del suo lavoro di scenografo alla Scala dal 1946 e nei maggiori teatri del mondo, ma anche di pittore eclettico per la varietà degli stili e delle tecniche utilizzate. Antonio Molinari è questo, un artista che per scelta ha preferito vivere “dietro le quinte”...  
19/06/2004
 
LEGGI>>>  
Daniel Schinasi - L’uomo e la coscienza dimenticata “In ricordo di mia madre e mio padre profughi dell’Egitto e di tutti gli ebrei perseguitati e cacciati dai paesi arabi”. Imprime queste parole su un grande pannello Daniel Schinasi, per NON DIMENTICARE “le ipocrisie e le menzogne, la violenza del potere politico e religioso, cause di odi, persecuzioni e guerre”... 
17/06/2003
 
LEGGI>>>  
Piero Rolla Un linguaggio universale per riconoscere i prodotti del mondo in cui entra Piero Rolla con le sue bacchette di acciaio e ferro che si intersecano alla trasparenza del plexiglass... 
16/06/2003
 
LEGGI>>>  
Piero Rolla - Fiori immortali Elementi naturali che sprigionano con forza le loro forme impossessandosi della materia. Le sculture di Piero Rolla sono i frutti di una ricerca che dal ferro trae le sue origini e nella materialità del ferro raggiunge l’apice dell’astrazione... 
20/10/2002
 
LEGGI>>>  
Larve - Massimo Attardi Immobili velati corpi di donne esibiscono l’involucro esterno della loro inerme sensuale femminilità. Massimo Attardi solca l’espressione femminile attingendo dal suo stesso involucro esteriore ogni strumento di seduzione, forme e sinuosità irriverenti, affascinanti corpi di umana bellezza, nobilitati di un’estroversa e fragile attitudine alla vanità, caricati di uno statico potenziale erotico... 
17/10/2002
 
LEGGI>>>  
Paolo Lapi - Itinerarium mentis in artem Entriamo nella leggenda dell’instancabile Santo Viaggiatore, alimentata dalla fantasia di Emilio Salgari, capitano di lungo corso e scrittore. Arricchiamo la tavolozza dei colori più forti, di una grinta espressiva imponente, di tratti essenziali e atmosfere quotidiane e magiche... 
04/09/2002
 
LEGGI>>>  
Luca Gaddini - Disturbo Calati nell’iperspazio delle emozioni, nella virtualità dell’immagine. Un impulso celebrale parte dagli occhi, viene trasmesso alla mente, poi codificato. Ma tutto ciò che si vede è soggettivo... 
19/03/2001
 
LEGGI>>>  
Ilio Fiengo - Semplice Sussurra semplicità. Sintesi di eleganti forme, di poche linee tracciate sul grande mondo bianco che vibra di sfumature. Lontano dalle interpretazioni psicologiche, dai pregiudizi, chi vorrà avvicinarsi e poi entrare nella poetica di Ilio Fiego non dovrà altro che fermare il proprio sguardo, osservare in silenzio, senza adoperare la propria mente per rincorrere l’impossibile...  
17/12/2000
 
LEGGI>>>  
Giovanna Marino - I miei giardini Un giardino fiorito di mille emozioni, di pensieri, di rose colorate, talvolta adagiate delicatamente sulle tele, poi riunite e composte come si fa con un vaso di fiori, un centro tavola che armonizzi la casa, la famiglia...  
24/11/2000
 
LEGGI>>>  
Renato Spagnoli - Dinamicamente vuoto Quarta dimensione, binomio di tempo e pensiero. Gioco di trasparenze, di omonimie che rimandano alle elaborazioni di una ricerca artistica, in atto dagli anni Sessanta. Il vuoto come evento dinamico è il principio della scultura di Renato Spagnoli... 
08/11/1999
 
LEGGI>>>  
Per Anna Ka La moda come proiezione dell’immaginario collettivo con il suo sistema espressivo che genera soggetti-oggetti, esasperati nella loro ricercatezza e si afferma nell’aleatoria evanescente quotidianità, è il motivo dominante dell’evoluzione espressiva di Anna Ka...  
04/11/1999
 
LEGGI>>>  
Piero Rolla - Meteoriti In origine le sue sculture in ferro nascevano come intelaiature di opere da guardare in senso inverso. Quella parte nascosta risultava come un corpo di sostegno, l’anima delle fusioni con la fiamma ossidrica che il giovane artista produceva... 
04/02/1999
 
LEGGI>>>  
Piero Rolla - Lavoro onirico Corrono veloci le immagini della vita. Uomini, macchine, città trascinate dal vortice di ritmi frenetici. Impressioni che sfuggono alla memoria labile, offuscati dall’abitudine, eppure costantemente nascosti, vigili e protagonisti nei «Sogni»...